Chi siamo

Itardd è una rete di operatori, operatrici, consumatori, associazioni ed enti locali che promuove, sostiene e difende la riduzione del danno (rdd) in Italia, attraverso la valorizzazione di competenze, professionalità e progettualità, la ricerca, l’informazione e l’azione di sensibilizzazione. Itardd aderisce alla rete europea della rdd, EuroHRN (Europe Harm Reduction Network) e alla rete internazionale HRI (Harm Reduction International). Lavora per moltiplicare gli scambi con le reti e gli ambiti scientifici (europei e internazionali) e partecipa al movimento internazionale per la promozione di una politica mondiale sulle droghe rispettosa dei diritti umani, degli obiettivi sociali e di salute delle popolazioni, che superi l’attuale, protratto impasse delle inefficaci politiche globali centrate sulla repressione.

Itardd condivide la definizione elaborata a livello internazionale (HRI, OMS, EMCDDA), secondo cui la riduzione del danno (rdd) è, insieme, un approccio, una serie di politiche, una gamma di programmi e servizi che mirano a ridurre il danno correlato all’uso di sostanze psicoattive legali e illegali – sui piani sociale, sanitario ed economico. L’obiettivo generale della rdd è la limitazione dei rischi e il contenimento dei danni droga correlati piuttosto che la prevenzione del consumo in sé, e i destinatari sono tanto i consumatori attivi di sostanze, quanto le loro famiglie, le reti di prossimità e la collettività sociale nel suo complesso.

La rdd è uno dei “4 pilastri” della politica europea sulle droghe (prevenzione, trattamento, lotta al narcotraffico, riduzione del danno).

Itardd promuove la diffusione dell’approccio, delle politiche, degli interventi e dei servizi di rdd e limitazione dei rischi droga correlati in Italia, individuando la rdd come un approccio proattivo capace di migliorare, insieme, il benessere, la salute e la tutela dei diritti umani e sociali dei consumatori, e la qualità della vita dei contesti sociali.

Gli obiettivi specifici di Itardd sono:

  • La crescita delle competenze dei membri Itardd, attraverso la facilitazione dell’informazione e dello scambio professionale, progettuale, metodologico, formativo e valutativo.
  • Lo sviluppo di sinergie tra i membri della rete nella promozione di progetti di ricerca, valutazione e formazione, con l’ottica di valorizzare e ottimizzare le risorse e le competenze.
  • La promozione del rispetto e dei diritti dei consumatori di droghe, ivi incluso il diritto alla partecipazione, all’associazione, alla rappresentanza di interessi in ogni luogo deputato alla formulazione di politiche e interventi, e il riconoscimento dei loro saperi esperienziali.
  • Lo sviluppo dell’accreditamento della rdd in ambito di policy nazionale e locale attraverso attività di advocacy, la puntuale difesa dei servizi, e la diffusione di una corretta e documentata informazione presso i policy makers e la popolazione generale.
  • La promozione del dibattito e dell’iniziativa nazionale e internazionale attorno a una riforma globale della politica sulle droghe, coerentemente con la visione espressa dalla rete.
  • Lo sviluppo degli scambi tra la rdd italiana, le reti comunitarie e internazionali di operatori e consumatori, le società scientifiche e i centri di ricerca a livello UE e globale, al fine di favorire una maggiore capacità della rdd italiana di partecipare a progetti e iniziative comunitarie.

Itardd è una rete informale e, al momento, non ha personalità giuridica. Per iscriversi alla rete è sufficiente inviare una richiesta a:

iscrizioni.itardd@gmail.com.

La rete si è dotata di un coordinamento eletto, composto di un minimo di cinque e un massimo di dieci membri la cui funzione è facilitarne il funzionamento e favorire lo scambio fra gli iscritti.